San Martino 2013 a Campalto, Venezia

Anche per quest’anno la tradizionale Festa di San Martino si è conclusa, con tanto di scongiuri verso la pioggia che in più occasioni ha minacciato l’anidirivieni dei visitatori.
La cosa che si attende maggiormente è la chiusura della grande via Orlanda: densa di traffico tutto l’anno, per un giorno diventa di proprietà assoluta di grandi e piccini. Già questo rende felici…

Alessio ed io aspettavamo con ansia i falconieri, che negli ultimi anni portavano alcuni uccelli rapaci in mostra, nel boschetto sotto casa nostra. Quest’anno però non si sono fatti vedere…
In compenso, il piazzale della chiesa ha visto i soliti spettacoli di strada…

True makers…

L’inventiva ed il fai-da-te sta facendo sempre più da padrona in questo genere di eventi: l’artigianato e la manualità stanno riscoprendo vecchi sapori, che davvero fanno ben sperare.

Le mani di fata di Emma e Mariangela.

I bijoux trendy di Sabrina ed Arianna.

Arrivederci al prossimo anno!

Advertisements

San Martino 2012 a Campalto, Venezia

Quest’anno il maltempo ha spinto l’organizzazione della tradizionale Festa di San Martino in Strata a spostare l’evento di una settimana più in là rispetto alla vera ricorrenza che cade l’11 Novembre. Purtroppo questo fuori-programma ha scombussolato i piani di quanti avevano progettato molti più eventi di intrattenimento, ma non c’era davvero scelta: Domenica 11 Novembre il vento era davvero impossibile.
Quest’oggi invece, nonostante il freddo ed il cielo cupo, la gente è scesa in strada, che per l’occasione è stata chiusa al traffico (e per come la vedo io, già è una festa di per sè).

La crisi…

La crisi economica. Non c’è da scherzare con chi ha difficoltà, ma vorrei cercare di vedere il bicchiere mezzo-pieno, come sono solito fare. Mai come quest’anno ho visto trionfare l’artigianato ed il fai-da-te, piuttosto che i prodotti “confezionati”, decisamente invece in minoranza.
La gente sta forse riscoprendo talenti nascosti o dimenticati e, fortunatamente, li riporta in auge. Questo è un grande segno soprattutto per i giovani e giovanissimi, che anzi rischierebbero di non conoscere quello che un tempo era assolutamente normale.

Ecco un piccolo assaggio di quella che è stata la festa al mattino, benchè il pienone s’è avuto nel pomeriggio. Ho tuttavia preferito scattare le foto con abbastanza luce, sacrificando alcuni dei momenti più accattivanti.
Al prossimo anno!

This slideshow requires JavaScript.